Chitarrista di fama internazionale

Roberto Riva, compositore e chitarrista di flamenco di fama internazionale, ha al suo attivo una brillante carriera svolta in Italia e all'estero e ottenuto vari riconoscimenti, tra questi, la  critica ha evidenziato il "merito" dell’artista per essere stato il "primo" musicista italiano a divulgare il flamenco attraverso un’ intensa attività soprattutto concertistica, iniziata principalmente alla fine degli anni '70, affiancata da quella didattica ed in seguito da quella discografica. (Editoriale Rassegna Musicale Curci, Guitar Club, Latino America Hoy/ Hoje, Mestiere Musica, Latina Oggi, quotidiano dell’Irpinia, Corriere Adriatico, La Provincia, La Sicilia, L'adige, Il Giorno...). 

Inizi, compositore ed esperto di flamenco

Nato ad Erba in provincia di Como, ha iniziato lo studio della chitarra in giovane età grazie ad un talento naturale. La sua preparazione spazia dagli studi accademici nel campo della musica classica a quelli relativi a differenti stili e tecniche nel campo della chitarra, nei vari generi musicali, svolti attraverso un'intensa attività di ricerca e approfondimento che gli ha consentito di acquisire una completa conoscenza dello strumento. Le sue numerose composizioni per chitarra hanno altrettanto affrontato vari stili di musica. Si è specializzato nel flamenco in Spagna. Una passione  trasmessa in giovane età da suo padre che oltre a consigliarlo in tale direzione  gli regalò vari dischi di un eccellente chitarrista di flamenco come Carlos Montoya. Dopo aver ascoltato Paco De Lucia, rimanendo ancor più attratto dal flamenco intravvedendo strade innovative, si è dedicato  in giovane età ad affrontare il repertorio del chitarrista andaluso attraverso l'ascolto dei suoi dischi, cercando inoltre di capire le tecniche di un virtuosismo allora inesplorato. Questo percorso diventerà fondamentale per la sua formazione musicale sulla chitarra e gli consentirà di costruirsi una tecnica personale. Il suo costante impegno nello studio del flamenco lo porterà  a divenire un esperto del genere e compositore di gran parte del suo repertorio concertistico. 

Paco Peña, Manolo Sanlucar, Sabicas e Paco De Lucia

In Spagna ha  approfondito  le proprie conoscenze studiando con due tra i maggiori esponenti e noti capiscuola della chitarra in questo genere , vale a dire i maestri Paco Peña e Manolo Sanlucar, dai quali ha ricevuto  un importante insegnamento ma anche consensi e forti motivazioni. Oltre a conoscere e rincontrare in varie occasioni  Paco De Lucia, a Cordoba  ha conosciuto e frequentato anche Sabicas,  inoltre  l'ambiente più genuino e professionale nell'ambito del "cante", del "baile" e della liuteria.

Attività concertistica

E' quindi nel campo della chitarra flamenco che concentrerà in modo particolare le sue attitudini. Inizialmente osservato con sorpresa nel panorama concertistico, proprio per il genere proposto, è stato subito accolto  da unanimi consensi di pubblico e di critica.

Si è esibito  con successo in numerosi concerti in campo internazionale collaborando con importanti associazioni concertistiche,  sia come solista che con la propria formazione il "Grupo Flamenco Rivas", in teatri, auditorium, università, nell'ambito di manifestazioni culturali, rassegne, stagioni concertistiche, festival, presso emittenti radiofoniche e televisive (RAI, private, emittenti estere), non limitandosi a presentare il flamenco della tradizione ma intervenendo quale compositore con brani molto apprezzati, basati sia sui canoni classici del flamenco ma anche con arrangiamenti con suggestive sonorità. La critica ha espresso unanimi consensi sulle sue qualità tecniche ed interpretative: "Roberto Riva dà prova non solo di aver acquisito una grande tecnica strumentale, ma di essere entrato appieno, in modo convincente nello spirito di questa particolare musica. I brani composti dall'artista costituiscono sicuramente un mirabile esempio di espressività artistico musicale" (Mestiere Musica).

La sua carriera artistica lo ha visto protagonista come solista e con  il "Grupo Flamenco Rivas" in veste di prima chitarra e direttore artistico. La chitarra, strumento spesso relegato nel flamenco ad un ruolo secondario, da accompagnamento al canto e alla danza, si è espressa con il nostro artista in un ruolo sempre principale, nell'ambito delle rappresentazioni del flamenco. Questo aspetto ha attualmente un seguito nell'ambito del chitarrismo flamenco in Italia.

Del "Grupo Flamenco Rivas" da lui diretto, hanno fatto parte diversi artisti spagnoli ed italiani, musicisti e ballerini/e ed anche chitarristi allievi  che hanno poi potuto  proseguire con un proprio progetto artistico.  

Accanto all'aspetto puramente culturale di divulgazione del flamenco, è da sottolineare l'impegno sociale a carattere umanitario nell'aiuto a varie associazioni con concerti a scopi benefici, che hanno sempre caratterizzato la personalità di Roberto Riva, sensibile ai disagi e alle problematiche di coloro che vivono realtà difficili.

Al di fuori dell'ambito esclusivo del flamenco  si esibisce dall'anno  2000 insieme al chitarrista  Luciano Zadro nel progetto “Sohisticated guitar sound".

 

Esperienze televisive

In campo televisivo ha registrato per “varie” emittenti nazionali e private,  tra le quali, è opportuno citare la televisione nazionale spagnola con la quale ha collaborato per trasmissioni dedicate alla chitarra flamenco e la RAI per la quale ha eseguito  nel 1987 il "Concerto di Chitarra Flamenco" in qualità di solista e compositore di gran parte dei brani del programma (è il primo chitarrista italiano nella storia della RAI ad eseguire un concerto di chitarra Flamenco).

 

Riconoscimenti

Oltre al merito riconosciutogli dalla critica per  essere stato il "primo" musicista italiano nella divulgazione del flamenco,  le riviste specializzate nel settore musicale gli hanno conferito  nel corso degli anni importanti riconoscimenti  vincendo più volte classifiche nazionali come "miglior chitarrista italiano di flamenco" (Chitarre) e presentandolo nei primi posti in quelle internazionali. Nell'anno 1992 si è classificato al 2° posto nel referendum "I migliori chitarristi di flamenco", 1° classificato Paco De Lucia, 2° Roberto Riva, 3° il gruppo Gipsy Kings (Chitarre).

Citazioni di merito come musicista rappresentativo della chitarra flamenco sono pubblicate sui testi scolastici delle edizioni “Mondadori” (Filarmonia – La storia e gli strumenti), ad uso delle scuole medie, corredati di cd con una sua performance chitarristica. 

 

CD e metodi di Flamenco

In campo discografico ha inciso come “solista” per la DUCALE "Noche Flamenca" (la prima raccolta di toques flamencos composti da un artista italiano) e "Flamenco-Chico Calun" , presenti sul mercato internazionale: Europa, Stati Uniti, Giappone, SudAmerica. Entrambe le opere sono state accolte con entusiasmo, sia per l'alto valore artistico sia per le particolari sonorità del flamenco, finalmente presenti nella discografia italiana.

Anche in campo didattico si è distinto con l’opera “Trilogia Flamenco”, che comprende il metodo con cd "Para tocar flamenco" (Casa Editrice CURCI), il video "La chitarra flamenco" (PLAYGAME MUSIC) e il metodo con cd "Aficionados" (Edizioni SINFONICA), particolarmente apprezzate in ambito chitarristico.

Collaboratore ventennale a partire dal 1989 del noto magazine “Guitar Club”, ha pubblicato numerosi articoli didattici con la prima rubrica italiana dedicata alla chitarra flamenco: dalla trattazione dei toques alle tecniche chitarristiche, compreso trascrizioni, riferimenti sia storici che ai più quotati protagonisti, discografia e opere didattiche consigliate.

Da citare inoltre i "Corsi di chitarra flamenco" tenuti come docente presso il "Liceo Musicale Europeo" di Como e il "Centro Didattico Musicale" di Milano. 

 

di recente

Roberto Riva è attualmente l'endorser in Italia della chitarra "Flamenco Gran Concerto Josè Ramirez " di Madrid.  Si dedica all'aspetto concertistico e all'insegnamento della chitarra flamenco .

 

Hanno detto di lui:

Roberto Riva, la guitarra magica !!!! Roberto Riva, un guitarrista de valor mundial que toca y compone como se hubiese nacido en España. Hay que decirlo , cuando se escucha la musica de este maestro resulta increible, asi como il “Tocco” tiene una magia unica, una pureza dificilmente verificado en guitarristas mas celebres y conocido que el. Latino America Hoy/Hoje

Il flamenco mette una frenesia addosso, una vera e propria smania. Soprattutto nella sua forma di corrente ritmica primordiale, che tutto investe e azzera (ricordate Carmen story di Gades/Saura? Il film più violento che ricordi, eppure portatore d’una poesia vulnerabile e sottile, indimenticabile), affidata alla chitarra che concerta con il battito di mani o il più rovente e secco palpito di nacchere. Roberto Riva ha fatto di meglio: s’è dedicato al flamenco, divenendone una sorta di ambasciatore italiano, sia con metodi didattici specifici che con numerose composizioni. Suonare

Roberto ha fatto sua quella cultura, ne è diventato testimone encomiabile tra gli amanti della chitarra, tra coloro che hanno avuto modo di studiare con lui e tra il pubblico che partecipa entusiasta ai suoi concerti in Italia e all’estero......tecnica ineccepibile, chiarezza di suono, un fraseggio sciolto, facilità nell’esecuzione dei brani, frutto di un impegno duraturo unito ad un talento naturale. Guitar Club

Roberto Riva mostra una felice inventiva melodica, oltre a dar prova di fine conoscenza e talento per il genere cui ha votato la sua attività musicale. Chitarre

“ENCANTADO” (titolo di un’intervista) Chitarre

A Roberto Riva, chitarrista di grande fama internazionale, il merito di aver portato e diffuso per primo la musica flamenco in Italia. Da prova non solo di aver acquisito una grande tecnica strumentale, ma di essere entrato appieno, in modo convincente nello spirito di questa particolare musica. I brani composti dall'artista costituiscono sicuramente un mirabile esempio di espressività artistico musicale. Mestiere Musica

 

Tour italiano:

Chitarrista prodigio fin dall'età di 9 anni, Roberto Riva è sicuramente il primo musicista italiano a divulgare il flamenco in tutta la penisola, non mancando di esibirsi anche in Spagna. ...è stato un trionfo per la straordinaria bravura del solista, capace di creare un'atmosfera emozionante con il suo strumento "parlante" La Provincia

"A Portonovo l'incanto del flamenco di Riva". La critica ha evidenziato in lui " l'artefice di una nuova espressione chitarristica". Corriere Adriatico

Grande pubblico a Castellanza, flamenco di successo alla stagione musicale, almeno 600 persone hanno assistito al concerto del Grupo Flamenco Rivas. Soddisfazione tra gli organizzatori che sono riusciti a mettere in cartellone un concerto dagli indubbi contenuti artistici e forte carica emotiva. La Prealpina

Roberto Riva. un chitarrista che ha saputo trarre dalle sue corde tutta l'anima e il sentimento della Spagna. La Sicilia

Atmosfere gitane sabato sera in città grazie al passaggio ad Avellino del profeta italiano del flamenco: Roberto Riva, chitarrista, compositore, ha dato un assaggio della sua arte insieme al Grupo Flamenco Rivas. Un artista con la maiuscola quello che si è esibito. Otto Pagine - quotidiano dell'Irpinia

All'interno di "Formia delle culture" Quintetto Rivas "Noche Flamenca". Il concerto assume una notevole importanza perchè Roberto Riva è stato il "primo" a divulgare il flamenco dagli ultimi anni Settanta. Un genere musicale che è stato importato nel nostro paese con dovizia di particolari da parte di Roberto Riva. Latina Oggi

Il Grupo Flamenco Rivas protagonista del concerto aperitivo ospitato dal teatro Sperimentale, formazione del chitarrista ed esperto di flamenco Roberto Riva....Spettacolo molto suggestivo. Il Resto del Carlino

Al Liceo musicale europeo flamenco e cultura popolare spagnola, "recital" del chitarrista Roberto Riva. L'Ordine

Arriva il folclore made in Andalusia a far vibrare ritmicamente i gardenesi. Il Grupo Flamenco Rivas si è esibito in una sala gremita. Giornale della Val Gardena

Il "Grupo Flamenco Rivas" rapisce il pubblico del fortino...ha suscitato l'ammirazione dell'uditorio. La gazzetta

"Riva a Trento" , flamenco, ritmi e ballo, uno spettacolo dalla presa assicurata. I concerti del protagonista dello spettacolo, Roberto Riva, hanno sempre ottenuto molto successo, grazie all'indiscutibile fascino di una musica piena di storia, passioni e fascino come il flamenco. Alto Adige

Recentemente il chitarrista ha riscosso un grosso successo in un affollato concerto svolto al teatro della Società di Lecco. La settimana prossima terrà un altro importante concerto a Ortisei, tra qualche settimana all'Università di Camerino. Il Giorno